browser icon
You are using an insecure version of your web browser. Please update your browser!
Using an outdated browser makes your computer unsafe. For a safer, faster, more enjoyable user experience, please update your browser today or try a newer browser.

L’architettura dell’arcano: invito in Sulcis Iglesiente

Posted by on 7 marzo 2013

 

Sabato 9 marzo, a Bacu Abis, nella Sala consiliare alle ore 17.30 sarà presentato il libro L’architettura dell’arcano, un’opera di Danilo Scintu che ha cercato di leggere e catalogare con cura le opere megalitiche individuandone le linee ipotetiche di espansione, per comprenderne la nascita e l’evoluzione stilistica. Uno studio approfondito per individuare nei territori del pianeta la miriade di monumenti sparsi tra rupi scoscese o immersi nella boscaglia compiuto da Danilo con l’ausilio di guide del posto e mappe accurate per conoscere esattamente i nomi dei monumenti e poterli censire.

L’analisi, avvenuta in tutto il mondo megalitico, è stata utile per scoprire le diverse tipologie architettoniche e tecniche costruttive. Le misurazioni effettuate hanno interessato centinaia di monumenti sparsi nei diversi continenti e l’indagine è stata facilitata dallo stato di conservazione degli edifici e dagli scavi archeologici sempre molto pochi e rari. La scelta dei luoghi, in generale, è avvenuta visitando qualunque sito megalitico, pur sapendo a priori che si trattava di rovine poiché proprio queste hanno permesso di effettuare le misurazioni di pianta con una migliore approssimazione. Quello che è risultato evidente in ciascuno di questi luoghi è che l’architettura va sempre di pari passo con la religione e assieme costituiscono il grande sapere di un popolo su cui fondare le proprie origini. Il megalitismo visse e si propagò in lande lontanissime del pianeta assieme alle leggende e ai miti. 

L’analisi delle civiltà megalitiche del Mediterraneo, dove si ambientano e condensano i racconti egizi o quelli della Bibbia sui Popoli del Mare e sulla loro provenienza, ha permesso di ipotizzare l’esistenza della mitologica Atlantide di Platone in Sardegna, riportandola in un ambito più domestico con prove archeologiche e non solo supposizioni. 

Come un viaggio tra le terre del mondo e il tempo, in questo libro le stesse zone sono analizzate nei diversi periodi storici evidenziando le caratteristiche peculiari per ogni nazione benché tutte appartenenti alla medesima civiltà megalitica. Stessa cosa accade con le forme architettoniche, piramidi, tronchi di cono, tumuli, camere, cupole e gallerie, tutti elementi che si riscontrano volta per volta tra le diverse civiltà che amarono questa architettura, esprimendo la loro devozione alla divinità e magnificare così anche la propria stirpe.

 

Comments are closed.